PER I BAMBINI

Come stimolare i più giovani ad assaggiare nuovi alimenti, in particolare la frutta e la verdura, ma non solo?

Se chiediamo a un bambino di mangiare qualcosa di sconosciuto, lui ci risponderà a priori che “non gli piace” anche se non lo ha mai assaggiato. Cosi, sempre più spesso, mamme e nonne si rassegnano a preparare le solite pietanze pur di farlo mangiare. Solo in pochi casi si cerca di inventare combinazioni alimentari permettendo al bambino di superare i pregiudizi che lo portano a rifiutare un certo cibo.

cc6cook

Questa pagina nasce, non con lo scopo di mettere a regime i più piccoli, bensì fornire idee originali e non necessariamente dietetiche per incoraggiare l’assaggio e far si che la dieta giornaliera sia il più varia possibile.

Polpette di pesce

Ecco un’altra ricetta con un ingrediente in genere poco amato dai bambini (e spesso anche dagli adulti): il pesce.
In questo caso ho usato il tonno in scatola al naturale per comodità, ma è possibile preparare queste polpette con qualsiasi altro tipo di pesce, ad esempio nasello, platessa o sogliola purché prima di procedere abbiamo l’attenzione di cuocere i filetti a vapore ed eliminare tutte le spine.

Considerato che nell’impasto delle polpette sono presenti le patate, per chi fosse a regime possiamo considerarle un piatto unico (porzione da 5-6 polpette) accompagnate da un contorno di verdure, ad esempio insalata mista e da una porzione di frutta fresca.
Per mio figlio, invece, le accompagno a un passato di verdura oppure a una porzione di fagiolini cotti al vapore e frutta fresca.

Ingredienti per ca. 10-11 polpette: 

  • n. 2 scatolette di tonno al naturale sgocciolato (oppure 150 grammi di filetti di pesce a piacere);
  • 150 grammi di patate cotte al vapore, spellate e schiacciate nello schiacciapatate;
  • n. 1 cucchiaio di pane grattugiato (10 grammi) per l’impasto + pane grattugiato per impanare q. b.;
  • n. 1 uovo;
    • n. 1 cucchiaio di olio extravergine (10 grammi) per l’impasto + olio e.v.o prima di infornare n. 2 cucchiai;
  • prezzemolo a piacere.

Preparazione:

Cuocere le patate a vapore, togliere la buccia e schiacciarle con lo 20180222_112648schiacciapatate o con una forchetta all’interno di una ciotola. Lasciar intiepidire per qualche minuto, nel frattempo sgocciolare il tonno dall’acqua di conservazione poi unirlo nella ciotola con le patate, aggiungete il prezzemolo tritato finemente e il pangrattato. Sbattere leggermente l’uovo e unirlo all’impasto.
Con un cucchiaio di legno mescolate vigorosamente per amalgamare gli ingredienti.

Riscaldare il forno a 200 °C e foderare una teglia con carta forno.
Versare un po’ di pangrattato in un piatto, con l’impasto preparato formare delle polpettine con le mani e schiacciarle leggermente con le dita.
Passarle nel pangrattato facendo attenzione a farlo aderire bene su tutti i lati.

20180222_181341Sistemarle nella teglia foderata con carta forno e distribuire un filo di olio su ogni polpetta.
Infornare per 10 minuti. Trascorso il tempo, girare le polpette sull’altro lato e continuare la cottura per altri 10-15 minuti o fino a quando saranno dorate.

 

Servire calde.

20180222_194135


Finocchi pasticciati

Questa ricetta è molto golosa e riguarda una verdura non sempre amata per il suo gusto particolare: i finocchi. Golosa perché li camuffiamo in un morbido nido di besciamella e decoriamo con cubetti di prosciutto cotto e parmigiano. I vostri bambini li ADORERANNO e non solo loro…

Ingredienti per 1 persona:

  • n. 1 finocchio;
  • 50 grammi di prosciutto cotto a cubetti;
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato.

Per la besciamella tradizionale:

  • 25 grammi di burro (meglio se chiarificato);
  • 25 grammi di farina;
  • 250 ml di latte parzialmente scremato;
  • sale, pepe e noce moscata a piacere.

Preparazione:

finocchioIniziare togliendo le foglie più esterne dal finocchio, che di solito sono anche le più dure. Lavarlo bene sotto l’acqua corrente eliminando le tracce di terriccio. Aprire bene tutte le foglie rimanenti e cuocerle a vapore per 10-15 minuti dall’inizio del bollore.
Il tempo di cottura dipende dalla grandezza del finocchio, deve rimanere piuttosto “al dente” cosi dopo la cottura in forno non diventerà troppo molle.

Nel frattempo iniziare a preparare la besciamella:
In un pentolino anti-aderente far sciogliere il burro a fuoco minimo.
In questo caso il burro chiarificato è ottimo perché, non contenendo acqua, non brucia e non produce sostanze dannose.
Quando sarà sciolto, togliere il pentolino dal fuoco, setacciarvi all’interno la farina con un colino e mescolare bene con una frusta. Poi aggiungere il latte, a temperatura ambiente, a filo continuando a mescolare per non creare grumi. Mettere nuovamente il pentolino sul fuoco a fiamma medio-bassa e portare a ebollizione sempre mescolando.
Una volta raggiunto il bollore, abbassare la fiamma al minimo, aggiungere un pizzico di sale, pepe e noce moscata a piacere, mescolare bene fino a che la salsa si sarà addensata.

A questo punto il finocchio sarà cotto, quindi prendere una teglia, stendere sul fondo un paio di cucchiai di besciamella e disporvi sopra la verdura avendo cura di ricoprire tutto il fondo.
Distribuire i cubetti di prosciutto cotto e, infine, versare la restante besciamella stendendola poi, con l’aiuto di una spatola o del dorso di un cucchiaio, fino a ricoprire il tutto.

Per ultimo, distribuire il parmigiano grattugiato a pioggia su tutta la superficie della preparazione. Infornare per 15-20 minuti a 250°C fino a che non si sarà creata una golosa crosticina dorata.

Il vostro finocchio gratinato è pronto per essere gustato.
BUON APPETITO.


besciamella

Come già detto all’inizio, le ricette in questa pagina non pretendono di essere light, in quanto rappresentano delle idee per far assaggiare, a coloro che non li amano o non li hanno mai provati, cibi nuovi visti da una prospettiva diversa.

Tuttavia per chi volesse provare ugualmente questa preparazione, ma con un’attenzione in più alla linea a questo link potete trovare degli spunti golosi e con meno calorie.
Siete vegani? C’è la soluzione anche per voi!!!
http://dietistaottonello.it/dietistaottonello/ricette/salse-light/

Dovete sapere, infatti, che la besciamella può essere fatta anche in altri modi che non prevedano il latte e/o il burro.